lunedì 26 novembre 2012

L'Asso di Picche in Emilia


In occasione della 49a Mostra Mercato del Fumetto di Reggio Emilia, in programma i prossimi 1-2 dicembre, nell'ambito del convegno Quell'Asso di Pratt verrà presentato il volume L'Asso di Picche dall'Argentina, omaggio 2013 per i soci ANAFI.
Il volume, a cura di Gianni Brunoro e Paolo Gallinari, è dedicato al personaggio Asso di Picche e ai suoi principali autori, Alberto Ongaro e Hugo Pratt. Il libro vanta un cospicuo apparato critico e contiene quattro storie dell'Asso di Picche pubblicate in Argentina tra il 1949 e il 1950 finora inedite in Italia.
Il convegno, introdotto da Paolo Gallinari, vedrà gli interventi di Stefano Babini, Gianni Brunoro, Giuseppe Camuncoli, Matteo Casali, Salvatore Oliva, Ivo Pavone, Luciano Tamagnini.

La meglio gioventù

Il fecondo rapporto tra musica e fumetto si arricchisce a livello del territorio di una nuova opera concepita dal mercureo Flavio Massarutto, operatore culturale legato in particolare (ma non solo) alla scena jazz e già autore (tra le altre cose) del prezioso saggio Assoli di China. Tra jazz e fumetto, libro finalista al Premio Napoli 2012 nella sezione "Ibridi letterari".
La meglio gioventù è un fumetto ambientato a San Vito al Tagliamento, piccolo comune in provincia di Pordenone che vanta un centro storico di tutto rilievo unito a un felice e duraturo rapporto con l'Arte, come testimoniano le numerose iniziative culturali che da sempre lo animano (in questo momento si sta svolgendo ad esempio l'annuale rassegna Palinsesti in chiusura il prossimo 2 dicembre).
Ai disegni Davide Pascutti, udinese, e Dimitri Fogolin, già autore quest'ultimo con Roberto Romani e Claudio Mansutti de La storia lascia il segno, webcomic promozionale della cittadina di San Vito i cui pregi mi sono più volte ribadito di segnalare su Comicsmetropolis senza purtroppo averlo mai fatto (e questa è l'occasione buona).
Il volume verrà presentato il prossimo sabato 1 dicembre presso l'Antico Teatro Sociale Gian Giacomo Arrigoni di San Vito al Tagliamento. Come da tradizione, la presentazione del libro sarà accompagnata da una performance musicale a tema.

Sabato 1 dicembre, ore 18.00
Teatro G.G. Arrigoni
San Vito al Tagliamento

Presentazione del libro
LA MEGLIO GIOVENTU'

Sceneggiatura di Flavio Massarutto
Disegni di Davide Pascutti e Dimitri Fogolin
Testo storico di Pier Giorgio Sclippa

Interventi di
Vincenzo Bottecchia e Pier Giorgio Sclippa

a seguire
speciale concerto delle musiche del fumetto con gli strepitosi
Armonauti (Italian Harmonica Trio)
Gianluca Caselli/Gianandrea Pasquinelli/Gianni Massarutto

domenica 25 novembre 2012

El Eternauta a Venezia

Nuova immagine proveniente dalla 13. Mostra Internazionale di Architettura alla Biennale di Venezia chiusasi oggi:

EL ETERNAUTA, BUENOS AIRES Y LA ARQUITECTURA
di arch. Jorge Hampton




















Una piacevole sorpresa fumettologica attendeva i visitatori all'interno del nuovo Padiglione dell'Argentina sito negli spazi dell'Arsenale e dedicato quest'anno al tema "Identità nella diversità". L'allestimento era costituito da una "(...) enorme installazione dove le opere ed i progetti vincitori di concorsi nazionali o internazionali propongono di illuminare costruzioni storiche mettendole a confronto con il nostro presente; tendenze e rotture che spiegano l’elemento contemporaneo nel corso della storia." (dal catalogo - vedi sotto - p.9)
Tra i pannelli esposti anche un dittico dedicato all'influenza esercitata sugli architetti di un'intera generazione dal seminale fumetto di Héctor Oesterheld e Francisco Solano Lopez. Nei due pannelli, vignette d'ambiente tratte da L'Eternauta accompagnavano un testo appassionato a firma di Jorge Hampton del quale vale la pena citare un passaggio:
Vedevamo anche la storia parallela alla realtà leggendo L’Eternauta (...), storie di un tempo e un luogo determinato. Quel tempo era quell’istante, e quel luogo era Buenos Aires in chiave di verità universali: l’individuale e il collettivo, il momentaneo e il trascendente, la fine e l’inizio, il possibile e il probabile, il reale e l’immaginario.

Qui il catalogo in pdf del padiglione (l'intero contributo di Hampton, che chiude il catalogo, è alle pagg. 248-253).

mercoledì 21 novembre 2012

Building Stories

foto di Jimmy Stamp
La nuova opera di Chris Ware, pluripremiato cartoonist di fama internazionale, è una pietra miliare di quella trasformazione del Fumetto in Arte auspicata da Art Spiegelman affinché il medium possa sopravvivere alla perdita della sua originaria dimensione "di massa". Si avverte non a caso l'eco di Duchamp e Cornell in questo singolare oggetto costituito da 14 fumetti di formati diversi (striscia, giornale, tabellone, volantino, albo spillato, volume cartonato) contenuti in una scatola di grandi dimensioni che, coerentemente, si fa fumetto essa stessa.
Il titolo, Building Stories, nella sua ambiguità lessicale è la sintesi perfetta di undici anni di lavori - in parte comparsi nel frattempo su  vari periodici - che senza un ordine predefinito permettono di (ri)costruire la storia e le storie di una quarantenne senza nome mutilata tanto nel fisico quanto nelle aspirazioni giovanili, perdute nelle aule di una scuola d'arte e inseguite anni dopo (inutilmente?) in un corso serale di scrittura creativa. La voce narrante della donna, prestata nei di lei esperimenti letterari anche a un'ape e alla palazzina ottocentesca di Chicago un tempo teatro della sua lacerante solitudine, accompagna il lettore in un percorso non lineare tra vignette e tavole di una semplicità solo apparente che vanno a comporre i frammenti di un affresco per sua stessa natura parziale e incompleto, il cui unico brano muto racconta (forse) l'indicibile.
Ware estende così il procedimento ellittico caratteristico del medium al contenuto della scatola in quanto insieme di parti diverse, coniugandolo a una rinnovata e arricchita dimensione tattile che suggerisce modalità di fruizione/percezione inedite. Il risultato è una lettura "impegnativa" che, arricchita da accenti metanarrativi, seziona una quotidianità commovente, banale, irritante, incapace di intessere rapporti autentici con i luoghi dell'abitare; un capolavoro di tecnica e linguaggio che, oltre a essere metafora sublime del fare fumetto, narra in modo struggente le meschinità e l'eccezionalità di una vita qualunque.

Chris Ware, Building Stories, Pantheon, 2012

Building Stories © Chris Ware

lunedì 19 novembre 2012

Sequenze urbane - recensione

Giovedì 1 novembre l'architetto e giornalista Renato Pallavicini ha parlato di Sequenze urbane ne Il calzino di Bart, la sua rubrica settimanale su "l'Unità" dedicata ai fumetti. Con il suo permesso ne riporto la scansione, ringraziandolo per le parole lusinghiere e incoraggianti.

domenica 18 novembre 2012

GRAZIE Auagnamagnagna!

Quest'anno non ho potuto fare la doverosa capatina a Eroi di Carta, ma i mitici Auagnamagnagna, pungolati dall'irrefrenabile Salva, mi hanno omaggiato di tre strepitose dediche personalizzate:



GRAZIE, a tutti!

venerdì 16 novembre 2012

Tranepainting a Pordenone

ricevo e segnalo caldamente:

JAZZ LOFT
21 NOVEMBRE

TRANEPAINTING

Una performance di improvvisazione per trio+painter, TranePainting è un progetto avviato all’inizio del 2009 come spazio per la ricerca sull’improvvisazione. Un’interazione tra trio e pittura su grande formato, tra sguardo, orecchio, beat, suono libero. Un lavoro che vede impegnati - nello spazio due del Teatro il 21 novembre - Paolo Parisi, Christian Ferlaino, Luca Bernard, Giovanni Falvo. Una creazione sulla sequenzialità e sull’improvvisazione sonora, sulla “narrativa” del suono. Una ricerca di percezione. Una ricerca in evoluzione. 

Paolo Parisi live painting
Christian Ferlaino sax alto
Luca Bernard contrabbasso
Giovanni Falvo batteria

Spazio Due del Teatro Verdi, Pordenone, ore 20.45
Biglietti: 10 euro

mercoledì 14 novembre 2012

Total Recall 2012

LONDON


meets

BLADE RUNNER


meets

HABITAT 67


meets

GHOST IN THE SHELL: INNOCENCE


meets

TOP TEN'S NEOPOLIS


meets

VERTICAL SPRAWL


meets

THE FIFTH ELEMENT


meets

THE CUBE


meets

JAMES CHADDERTON


meets

I ROBOT


meets

STAR WARS


meets

INCEPTION


=

TOTAL RECALL (2012)


venerdì 2 novembre 2012

Piranesi, Schuiten & Peeters a Barcellona

raffronto Piranesi/Schuiten & Peeters realizzato dall'arch. Luis Miguel Lus Arana
Mercoledì 7 novembre 2012 h 19:30
CaixaForum, Avinguda del Marquès de Comillas, Barcellona
Las prisiones de Babel: visita guiada a través de Piranesi a La Tour de Schuiten y Peeters

La settimana prossima Luis Miguel Lus Arana terrà presso il CaixaForum di Barcellona una conferenza relativa all'influenza dell'opera di Giovanni Battista Piranesi (con particolare riguardo alle sue famose Carceri d'invenzione) sull'albo La Tour di Schuiten e Peeters.
La competenza dell'architetto spagnolo, esperto di fumetto, è testimoniata da un suo approfondito intervento sul tema comparso nel 2007 sul sito homines.com (prima parte, seconda parte, terza parte) da cui è tratta l'immagine comparativa in apertura del post.
La conferenza fa parte di un ciclo di eventi organizzati a corollario dell'affascinante mostra Las artes de Piranesi. Arquitecto, grabador, anticuario, vedutista y diseñador aperta fino al 20 gennaio 2013.
La mostra è visitabile (virtualmente) qui, ma recarsi in loco offre l'ulteriore valore aggiunto della visione del sublime Padiglione di Mies Van der Rohe giusto dall'altra parte della strada...